Figura professionale sempre più richiesta nel mondo del Web, fare oggi il Social Media Manager richiede passione, capacità e molta fantasia. Per chi ancora non lo conoscesse, voglio prima di tutto presentare la figura del Social Media Manager:

Si dice Social Media Manager quel professionista, esterno o interno all’azienda, che ogni giorno si immedesima nel brand e ne difende la reputazione online. Si occupa di rispondere alle domande della community, crea la propria strategia Social, scrive e pubblica articoli sul blog aziendale da condividere sui canali Social. Una vera e propria “catena umana” tra brand e cliente, forse per questo motivo le aziende che lo hanno provato ora non possono farne più a meno.

Bisogna saper scegliere il giusto Social Media Manager, dargli fiducia e mettergli a disposizione tutti gli strumenti di cui può aver bisogno per svolgere al meglio il suo lavoro. Un buon Social Media Manager, soprattutto se esterno all’azienda, dovrebbe svolgere prima di tutto un’importante attività di analisi del brand e dei suoi competitors per capire quali sono i suoi punti di forza sui quali puntare e i punti deboli sui quali poter migliorare.

Una volta stabilito questo, potrà procedere con l’identificazione del target di riferimento. Anche questa operazione richiede tempo e capacità perché sarà di grande importanza per elaborare la strategia mirata al raggiungimento degli obiettivi aziendali.

Il Social Media Manager deve essere dinamico e propenso per i cambiamenti (con i Social tutto può cambiare in pochissimo tempo). Deve sperimentare ogni giorno e rimanere al passo con i tempi, senza cadere nella monotonia.