Spesso mi capita di leggere o ascoltare conversazioni dove si parla di Social Network. Ormai sono davvero nella bocca e nella testa di tutti, dai meno esperti ai veterani.

Ma tutti sappiamo cosa sono veramente e a cosa servono?

Secondo Wikipedia infatti:

“Una rete sociale (social network) consiste in un qualsiasi gruppo di individui connessi tra loro da diversi legami sociali. Per gli esseri umani i legami vanno dalla conoscenza casuale, ai rapporti di lavoro, ai vincoli familiari.”

Veniamo ora ai dati concreti. Le statistiche ci dicono che il Social Network più utilizzato ai giorni d’oggi è Whatsapp, seguito subito dopo da Facebook. Al terzo posto troviamo in grande crescita il fenomeno di Instagram, poi Linkedin, Twitter etc.

Se tutti questi nomi sono racchiusi nell’emisfero “Social”, è opportuno sapere che sono gemelli molto, ma molto diversi.

Chi lavora ogni giorno con i Social, si sarà sicuramente accorto che ogni Network ha un proprio linguaggio, un proprio scopo e un proprio modo di comunicare.

Whatsapp mira ai rapporti diretti tra due o più persone, permettendo lo scambio diretto di foto, messaggi audio, video e quanto altro ancora; Facebook è il Social per eccellenza, che racchiude gran parte della popolazione mondiale e mira alla condivisione dei contenuti, di notizie o foto della vita quotidiana per creare interazione. Su Facebook è più facile promuovere un blog, un sito web grazie alla pubblicità a pagamento, leggere di news grazie al continuo aggiornamento da parte dei quotidiani iscritti a questo Social e parlare con amici da ogni parte del mondo.

Instagram nasce come Social fotografico, un posto dove condividere unicamente foto della vita quotidiana e creare hashtag (#) inerenti alla fotografia postata. Subito dopo è stato possibile condividere video e creare più account contemporaneamente (e proprio qui molte aziende si sono accorte della crescita e delle potenzialità di Instagram) e ora è possibile creare delle vere e proprie inserzioni pubblicitarie. Instagram ha inoltre introdotto da poco un’altra funzionalità: le storie. Si possono infatti condividere scatti della vita quotidiana da personalizzare con adesivi e testo, che rimarranno visibili per 24h.

Gli hashtag: il nuovo metodo di ricerca>>

Linkedin è da sempre la rete ideale per ampliare e sviluppare contatti lavorativi, persone che hanno le stesse passioni e che lavorano nello stesso campo. La maggior parte delle aziende sono iscritte a Linkedin, offrendo loro la possibilità di creare degli annunci di lavoro oppure contattare direttamente altre aziende per proposte commerciali, partnership o altro (B2B).

 

Twitter invece rappresenta il Social con meno contenuti, frasi e concetti racchiusi in 140 caratteri (inclusi gli # che fanno tendenza). Si può inviare un Tweet ai VIP, ai giornalisti e ai programmi televisivi che più si amano. A mio parere lo definisco un Social dove dire la propria, criticare i film o i programmi che non ci piacciono, esprimere opinioni sociali e creare una conversazione diretta con persone del mondo dello spettacolo o con aziende mondiali.

Ovviamente i Social citati sono solo alcuni di quelli presenti e utilizzati ogni giorno in tutto il mondo, giusto per citarne altri troviamo: Youtube, Pinterest, Google+, Snapchat .. ma magari di questo ne parliamo un’altra volta.

 

La tua opinione conta.
Ognuno ha il proprio modo di essere “Social”. Sicuramente chi ci lavora avrà un modo differente di utilizzare i Social Network a differenza di una persona che ci passa il proprio tempo libero. Tu cosa ne pensi? Quali sono i Social Network che utilizzi di più rispetto agli altri? E per fare cosa?